Nike Hypervenom Phantom 3, la nostra recensione

Nike Hypervenom Phantom 3, la nostra recensione

FacebookTwitterWhatsApp

HYPERVENOM 3 RECENSIONE

Negli anni abbiamo imparato a conoscere le Nike Hypervenom come la scarpa dei bomber e l’attesa per svelarvi la nostra recensione delle Nike Hypervenom Phantom 3 è stata lunga. Dopo averle testate sul campo di allenamento del Barcelona, siamo ora pronti a dirvi cosa ne pensiamo!

Scopri qui l’esperienza a Barcellona

Facciamo prima un riassunto della storia di questo prodotto. La prima Hypervenom lanciata ci aveva conquistato per sensibilità, morbidezza e comfort. La Hypervenom 2 nella prima versione, che si presentava per la prima volta col collarino, l’avevamo considerata un passo indietro rispetto alla versione di lancio per la rigidità della tomaia sprovvista dell’iconico nido d’ape. Nike ha ascoltato gli appassionati di questo silo diventato celebre ai piedi di Neymar e l’ha aggiornato con una versione 2.1 sicuramente più performante caratterizzata dal ritorno del nido d’ape appunto.

Siamo quindi giunti a gennaio 2017 con tanta attesa e voglia di scoprire come sarebbe stata la terza sorella Hypervenom: la Hypervenom Phantom 3. Passiamo quindi al nostro test vero e proprio.

COMPRALE QUI – Sono presenti in tutte le versioni

Hypervenom 3 recensione

Estetica

Dare una valutazione oggettiva sull’estetica di una scarpa è sempre complicato e lascia sempre spazio a pareri discordanti. È innegabile che la prima colorazione delle Hypervenom 3 sia molto vivace e poco adatta a chi ama colori classici e scuri. Il nostro tester è da sempre un amante delle tinte classiche, quindi, al primo impatto, ha storto il naso. Una volta indossate però il parere è diventato più mite. Ai piedi infatti le HV3 fanno un altro effetto: aggressività e dinamicità sono i sostantivi che sentiamo di attribuire all’aspetto esteriore di questo prodotto.

HYPERVENOM 3 RECENSIONE

COMPRALE QUI

Prestazioni

Nel campo delle prestazioni c’è poco spazio alla soggettività: la Nike Hypervenom Phantom 3 è una gran scarpa. Nike l’ha presentata e tutti noi la conosciamo come la scarpa dei bomber d’area di rigore. Sicuramente per caratteristiche è così. Tuttavia per noi le ha messe alla prova un giocatore difensivo, un difensore centrale dai piedi buoni, e questa scarpa l’ha conquistato.

Dal punto di vista delle caratteristiche della scarpa, ci ha colpito l’elevata sensibilità che la tomaia garantisce nel controllo della sfera e nel calcio. Il controllo è pressochè totale in ogni giocata e la percezione si riassume nella classica frase: “è come giocare scalzi” … “con dei cuscinetti sopra al collo del piede” aggiungeremmo! Non c’è più il nido d’ape infatti, ma dei cuscinetti che ammorbidiscono l’impatto col pallone e ne facilitano il controllo. L’unico “effetto collaterale”, dovuto alla grande sensibilità che questa tomaia garantisce, è la grande esposizione del collo del piede a botte. Abbiamo riscontrato un po’ di fastidio dopo una decina di calci di collo pieno al massimo della potenza.

HYPERVENOM 3 RECENSIONE

COMPRALE QUI

Hypervenom 3 recensione

La suola è un’altra innovazione degna di nota. I tacchetti, come spiegato tecnicamente al momento del lancio, sono di due tipi: esagonali e ad artiglio. I primi hanno la funzione di garantire movimenti a 360 gradi ad alta intensità, mentre quelli ad artiglio (presenti anche sulle Superfly V) servono a spingere al massimo in verticale. Per queste caratteristiche che si bilanciano, questa suola è un ottimo compromesso che è piaciuto molto anche al nostro tester. Ottima trazione sul terreno e leggerezza in ogni fase di gioco.

La suola di questa scarpa è maggiormente adatta a chi ha una pianta larga. Anche chi ha una pianta stretta, come il nostro tester, può tuttavia trovarsi molto bene a patto di trovare la taglia adatta. Questo è un aspetto da non sottovalutare mai. Come gran parte delle scarpe, anche quando la taglia scelta è quella giusta, all’inizio si può provare un po’ di costrizione sul collo e sulla punta del piede. Dopo una decina minuti la sensazione va scomparendo, lasciando spazio a un comfort totale!

HYPERVENOM 3 RECENSIONE

COMPRALE QUI

In conclusione, considerando la scarpa nel suo complesso, il risultato è ottimo sotto tutti i punti di vista e in ogni situazione di gioco: cambi di direzione repentini, allunghi, gioco corto, gioco lungo e calcio non abbiamo avuto problemi o sensazioni negativi. Come detto, è elevatissima la sensibilità garantita dalle Hypervenom 3 e il calzino è un’aggiunta preziosa che rende movimento di caviglia e pianta più fluidi e continui.

In effetti per chi ha bisogno di essere letale negli ultimi metri, proprio per la percezione totale sulla palla che la Hypervenom 3 garantisce, questo prodotto è perfetto. Ma non ci sentiamo di sconsigliarlo agli altri. Il nostro difensore centrale non le molla più e sono sempre di più anche i mostri sacri che giocano in mezzo al campo a volerle indossare! Prodotto TOP!

FacebookTwitterWhatsApp