Nike Premier, il nostro test

Nike Premier, il nostro test

Nike Premier, o del Neoclassicismo marcato Nike. Questa scarpa da calcio infatti si ispira, relativamente alla suola e ai tacchetti, all’iconica classicità della Nike Tiempo Premier (indossata da almeno metà dei giocatori della finale mondiale di USA ’94); mentre riprende il baffo, più lungo rispetto agli ultimi modelli, della The Nike del 1971, prima scarpa Nike in assoluto a mostrare lo Swoosh.

I progettisti Nike volevano realizzare un prodotto che unisse lo stile della tradizione alla qualità delle materie prime e alla modernità delle soluzioni tecniche presenti al giorno d’oggi. Quel sogno è stato realizzato con la Nike Premier, che unisce materiali di prima qualità, tecnologia moderna e un look classico. Infatti Nike Premier si presenta con il più classico bianco e nero che, nell’attualità delle colorazioni più azzardate, ci fa sempre piacere ritrovare.

La tomaia, realizzata interamente in pelle, di canguro per la zona anteriore, di capra per quanto riguarda le zone laterali e posteriore dello scarpino, presenta l’Anatomical X1.1, una forma già adottata dalle Hypervenom I che garantisce un’aderenza ottimale del piede alla tomaia e quindi grande sensibilità nel controllo di palla. Essendo interamente avvolta in pelle, la Premier è vestibile comodamente anche per i giocatori con pianta larga.

Si può certamente affermare che la Nike Premier sia una delle scarpe più flessibili sul mercato, infatti, se nella struttura superiore abbiamo unicamente pelle, ciò che connette piede e prato è una suola formidabile per comodità e malleabilità, realizzata in materiale TPU che permette di immagazzinare l’energia cinetica quando la scarpa impatta sul terreno, per restituirla nella successiva fase di slancio.

La configurazione dei tacchetti conici è del tutto classica, eccezion fatta per un tacchetto di forma ovale/lamellare nella zona centrale dell’avampiede, con funzione di perno per facilitare accelerazioni e decelerazioni. Possiamo notare anche un altro particolare già visto in altre scarpe, ovverro la piccola struttura dentata in corrispondenza della punta, garanzia di un  grip sempre ottimale col terreno di gioco.

La Nike Premier è quindi la risposta a quei giocatori che cercano il giusto compromesso tra classicità e innovazione, riprende il gusto tradizionale tipico di un tempo (al pari di Adidas Copa Mundial, Puma King, Umbro Speciali, ecc.), presentandosi però molto alleggerita rispetto alla concorrenza (si parla di circa 90 grammi), senza però perdere terreno in termini di comfort. Inoltre – particolare che non guasta nel mondo delle scarpe da calcio – è un prodotto che si può portare a casa a un prezzo contenuto: la si trova tranquillamente a cifre comprese fra i 95 e i 110 euro.

Persino gli arbitri inglesi, simbolo di inflessibilità indossano questo fantastico modello vintage che riesce a riportarci allo stile della scarpa classico “black and white” di un tempo, aggiornata con le specifiche tecniche dei nostri giorni. [Test: Sex]



Post a new comment