Il test delle Adidas Ace 17 + Purecontrol

Il test delle Adidas Ace 17 + Purecontrol

FacebookTwitterWhatsApp
Se con l’uscita delle Ace 16 + Purecontrol Adidas ci aveva convinto che è possibile rivoluzionare uno scarpino al punto da poterlo considerare “un guanto dotato di tacchetti”, con il test delle nuove Adidas Ace 17 + Purecontrol abbiamo capito che al brand tedesco piace perfezionarsi.
Adidas Ace 17 + Purecontrol Test

ADIDAS ACE 17 PURECONTROL TEST

Ma analizziamo il prodotto per gradi. Dal punto di vista estetico, il concetto di partenza che abbiamo visto nella prima versione delle scarpe senza lacci non viene sconvolto. Nelle prime due colorazioni delle Ace 17+ (Red Limit e Blue Blast), la tomaia è divisa in due colorazioni. Predominante resta il nero, abbinato prima al rosso storico di casa Adidas e poi al blu. L’ultima versione, quella del Turbocharge Pack, invece presenta una tomaia costituita da sfumature di verde e non viene divisa in due così nettamente. Le prime due ci sono piaciute maggiormente, ma c’è ancora tempo per innamorarsi della nuova colorazione.

Dal punto di vista delle prestazioni, abbiamo avuto pareri contrastanti, tenuto conto anche del fatto che il prodotto è stato “aggiustato” da Adidas man mano che si andava avanti, soprattuto nella parte anteriore, sul collo del piede. Abbiamo fatto provare la scarpa a più di un tester, proprio per avere un’analisi quanto più completa possibile.
Note dolenti: uno dei nostri ragazzi ha avuto problemi perché, nonostante la taglia fosse perfetta, durante il gioco e la corsa il piede si muoveva in avanti, sbattendo in punta. Questo aspetto gli causava dolore alle dita e per questo motivo ha preferito interrompere il test. Abbiamo analizzato l’accaduto e ci siamo convinti che il problema sia attribuibile al fatto che il tester in questione non avesse un collo del piede molto pronunciato; la tomaia non aveva quindi modo di aderire al piede e fasciarlo completamente causando il fastidio. L’assenza di lacci e di regolazione faceva sì che il problema non fosse rimediabile.

ADIDAS ACE 17 PURECONTROL TEST

La Ace 17 Purecontrol è una scarpa unica nel suo genere, ma senza compromessi. L’assenza di regolazioni deve essere presa in esame da chi voglia acquistarla e utilizzarla. Non è – per essere chiari – uno scarpino che sia possibile godersi a pieno se non calza a pennello; provate a indossarlo, se siete intenzionati a farlo vostro. Gli altri tester Nerds, d’altro canto, si son fatti conquistare totalmente dalle nuove Ace 17 +, che a suo modo di vedere hanno colmato le lacune che in alcune situazioni si erano evidenziate nella sua versione passata. La seconda generazione di Ace senza lacci hanno convinto persino un romantico amante della tradizione che abitualmente gioca con Copa o Gloro nere: una conquista non da poco!

 La prima novità da sottolineare è rappresentata dal collarino che avvolge la caviglia. Nelle Ace 17+ infatti, si presenta più alto e maggiormente integrato nel concetto di “pezzo unico” rispetto al predecessore.  Questo aspetto garantisce una maggior fluidità nei movimenti e aumenta la protezione della caviglia. Per quanto riguarda la tomaia, non si può far altro che confermare il voto altissimo per le innovazioni già viste sulla versione dell’anno passato. Parliamo in particolare della tecnologia Primeknit, tessuto in grado di donare morbidezza e comfort impareggiabile; del “riformato” design della parte anteriore in Controlskin e della tecnologia Non stop grip (NSG), che riesce a garantire al controllo di palla a prescindere dalle condizioni climatiche. Una tomaia che riesce a essere al tempo stesso protettiva e “sensibile” nei confronti del pallone.

Adidas Ace 17 + Purecontrol Test

ADIDAS ACE 17 PURECONTROL TEST

Ma l’innovazione che probabilmente ci ha stupiti di più è anche quella meno visibile agli occhi: l’ammortizzazione. L’introduzione della tecnologia Boost nella suola non è solo un vezzo estetico di Adidas. Il tempo di scaldare un attimo i motori e subito ci siamo accorti di un maggiore comfort e di un insolito ritorno di energia proveniente dal terreno di gioco, un ritrovato in grado di aiutare soprattutto sui campi più duri e che non vediamo l’ora di vedere ulteriormente sviluppato sulle Ace 18. 
Complessivamente è stato ancora una volta disarmante – pur avendo voluto fare le pulci al modello di punta di casa Adidas – constatare quanto la struttura e la tecnologia delle Purecontrol rendano la calciata semplice e pulita, dandoci quasi una sensazione di massima resa col minimo sforzo. Basta avere la pazienza di prenderci confidenza e di aspettare che la scarpa si adatti al piede una volta messa su: bastano pochi allenamenti.

ADIDAS ACE 17 PURECONTROL TEST

Concludendo, possiamo dirci di fronte ad un ottimo prodotto. Bellissimo dal punto di vista estetico ma anche assolutamente performante sul campo. La Ace 17 + Purecontrol è imperdibile per chi mette come priorità l’impatto con il pallone, veramente soddisfacente da ogni punto di vista (tiro, stop, passaggi, etc). Ci sentiamo di consigliare questo modello in particolare a chi detiene le chiavi del gioco e detta i tempi, quindi a centrocampisti, trequartisti o ai difensori centrali.

FacebookTwitterWhatsApp