Tutte le maglie della Premier League 2022-2023

Tutte le maglie della Premier League 2022-2023

Neanche il tempo di archiviare la stagione 2021-22 ed è già tempo di pensare alle maglie della Premier League 2022-2023. Il campionato inglese è forse il miglior esempio in materia, dato che – spesso – già nelle ultime gare dell’anno vediamo in campo alcune delle maglie della stagione successiva.

Quest’anno solo l’Arsenal lo ha fatto, nel corso della giornata numero 38, per cui la curiosità sulle altre 50 (e più) divise resta alta. Ecco, dunque, la nostra consueta carrellata con tutte le divise già ufficializzate.

Le maglie della Premier League 2022-2023

Arsenal – adidas

La maglia home Arsenal 2022-2023 ha esordito all’Emirates nell’ultima giornata dello scorso campionato contro l’Everton. Il design è molto classico, con corpo rosso e maniche a giro bianche. Le stripes adidas sono solo sulle spalle.

Il dettaglio che colpisce di più è anche quello più vintage: il colletto a polo bianco, con bottoncino frontale, impreziosito da una grafica “a fulmine” sull’orlo inferiore, gentile omaggio ai look Nike dell’Arsenal di metà anni ’90. È la prima maglia con il colletto da quando i Gunners è tornata ad adidas e anche la prima dal 2017/18.

Compra la tua maglia su Calcioshop.it

La maglia da trasferta stupisce sicuramente per bellezza e modernità del design. La base è una combinazione di nero e carbone scandita da motivi geometrici che riportano l’acronimo AFC e investono tutta la divisa. Le fantasie presenti sulla maglia sono un riferimento alle scritte che i tifosi incontrano mentre si recano all’Emirates.

Sono poi presenti elementi in bronzo metallizzato, tra cui sponsor tecnico dell’Adidas, lo sponsor principale “Emirates-Fly Better” e il simbolo del club, che per l’occasione è spogliato dallo stemma e si presenta come un cannone bronzeo dal forte impatto grafico.

Per la maglia third 22/23 l’Arsenal sceglie un inedito colore rosa, con colletto a V navy e celeste. Particolare il pattern tono su tono disegnato da adidas sulla divisa: riprende, infatti, il particolare motivo grafico che comparve dal 1949 al 2002 sul crest dei Gunners, detto armellino (o Ermine in inglese),

Si tratta della riproduzione di una pelliccia bianca moscata di bianco e veniva uusata nell’araldica antica come “smalto”, cioè come decorazione o rivestimento del campo degli scudi.

Aston Villa – Castore

L’Aston Villa rinnova il look con l’avvento del brand britannico Castore, mantenendo tutte le caratteristiche fondamentali del design tradizionale claret & blue tipico dei Villans; un template con colori a contrasto tra busto e maniche e la scollatura a V che si abbina molto bene al pattern presente sulla parte centrale della maglia.

Sulla divisa away 22/23 il colore predominante diventa invece l’azzurro, accompagnato da dettagli granata sia per quanto riguarda gli sponsor, sia per il crest e le linee che delimitano colletto, orli e spalle. Il motivo gessato tono su tono conferisce alla maglia la giusta eleganza sia in campo, sia fuori.

Compra le tue maglie sul sito Nike

Bournemouth – Umbro

maglie premier league 2022 2023

La maglia casalinga del Bournemouth compete per aggiudicarsi il titolo di migliore divisa della stagione. La squadra neopromossa in Premier League sfoggia un Home Kit targato Umbro, in cui le tradizionali strisce rossonere assumono un andamento irregolare, a zig-zag, con le bande nere dall’aspetto fulmineo che conferiscono dinamicità alla maglia, in quanto accompagnate da riflessi più tenui e accennati che vanno nella direzione opposta.

L’unico aspetto rivedibile è rappresentato dall’ingombrante sponsor centrale che occupa una porzione esagerata di una divisa che andrebbe ammirata integralmente nel suo design moderno. Non a caso, la società inglese la vende sul suo store anche “neutra”, allo stesso prezzo di circa £55.

Inaspettatamente concept la maglia away 2022/23 delle Cherries. Il colore dichiarato è una tonalità chiara di viola (detto Jacaranda purple) con una stampa neon sulla parte frontale che raffigura le palme del lungomare della città del Dorset, non a caso una delle località marine più note in UK.

Realizzati in monocromatico, nelle stesse tonalità, anche il crest sociale e il logo Umbro sulla parte destra del petto.

Il Third Kit si presenta in tenuta all-black dal design molto pulito. Lo stesso stemma del club abbandona i classici colori sociali e per l’occasione è anch’esso in bianconero. Unica nota di colore è data dalla grande lettera “D” dorata visibile centralmente e riconducibile allo sponsor Dafabet.

Brentford – Umbro

Come annunciato nello scorso mese di novembre, il Brentford è la prima squadra di Premier League a tornare alla maglia biennale, avendo confermato il kit home 2021/22 biancorosso anche per la prossima stagione.

Sulla maglia away – turchese chiaro con effetto melange e dettagli blu – la particolarità maggiore è il ritorno del crest utilizzato dal 1976 ai primi anni ’90, realizzato qui in monocromatico. L’ape che caratterizza l’attuale crest si ritrova (in blu) sul retro del collo.

Vibes anni ’90 invece per la terza maglia del Brentford 2022/23, grigio scura con maniche e schiena nera e un pattern geometrico irregolare su tutta la parte frontale di colore nero, giallo e magenta.

Il crest è monocromatico, in bianco e nero. Sulla parte interna del collo compare l’hashtag #BeeTogether, sul retro, all’esterno, è applicata come sulla maglia away l’ape.

Brighton

La maglia home dei Seagulls è un omaggio alla stagione 18/19, per intenderci quella della storica semifinale di FA Cup a cui il Brighton si arrese di misura ai trionfatori del Man City. Tre strisce verticali blu e due bianche, impreziosite da dettagli gialli, in vista del campionato della riconferma per il club.

Per le gare da trasferta il Brighton & Hove Albion trasforma il suo look grazie ad una delle maglie più appariscenti dell’anno. Il colore è rosso cremisi acceso, con dettagli neri sul girocollo e sulle maniche, perfettamente abbinati a sponsor e crest monocromatico nero.

Compra la tua maglia su Calcioshop.it

Chelsea – Nike

La divisa casalinga dei Blues vuole essere un omaggio al manager del passato Ted Drake, a 70 anni dal suo ingresso nel club. L’allenatore, tra le altre cose, ha condotto la squadra londinese alla conquista del suo primo titolo nazionale nel 1955 e ha introdotto una serie di modifiche al look della squadra, introducendo il “Leone rampante” nello stemma del club, accantonando così anche il vecchio soprannome “The Pensioners” dovuto al simbolo precedente.

La divisa prevede uno stile molto classico, in cui il tocco di fantasia è dato dal colletto – con chiusura a bottone – che sulla base bianca presenta alcune fantasie in turchese riprendendo proprio uno stile in voga negli anni ’50. La texture della maglia le dà un tocco retrò, e a completare il classico colore blu ci sono lo swoosh della Nike e lo stemma del club all’altezza del petto.

Le stesse fantasie ispirate al leone del crest voluto da Drake compaiono anche sulla maglia away 22/23 del Chelesa, bianca con dettagli blu, azzurri e turchesi.

Il design principale è costituito da 4 ampie hoops sulla parte frontale, delimitate da bande orizzontali azzurre contenenti all’interno la decorazione in turchese e bianco del leone e delimitate da una più sottile linea blu navy. Navy anche i bordi delle maniche, così come il crest.

I pantaloncini sono bianchi, i calzettoni navy.

Crystal Palace – Macron

Con la nuova stagione di Premier League ormai alle porte, il Crystal Palace presenta insieme al brand francese Macron quella che sarà la divisa casalinga di quella che è a tutti gli effetti una delle squadre più storiche e antiche in assoluto a livello professionistico. L’home kit di quest’anno sarà anche celebrativo dei dieci anni consecutivi di permanenza nella massima competizione inglese.

Per l’occasione, la prima divisa è investita da un tocco di modernità, in quanto i classici colori rosso e blu sono spennellati irregolarmente in verticale lungo tutta la maglia, maniche e retro compresi. Il Macron Hero e lo stemma del Crystal Palace sono posti all’altezza del petto, mentre lo sponsor “Cinch” è posizionato al centro della maglia. Le estremità delle maniche e il girocollo sono in bianco arricchito da lievi rifiniture in rossoblù.

La maglia si presenta egregiamente, ma non può essere considerata un esempio di originalità e sperimentazione, in quando riprende in gran parte la divisa dell’Hajduk Spalato della stagione 2021/2022.

Presentata per prima, la maglia away 2022/23 è a girocollo, bianca con banda verticale rossoblù caratterizzata dall’effetto pennellata. Le rifiniture di maniche e girocollo sono rossoblù come il girocollo; sulle maniche – impresse in rilievo e tono su tono – sono presenti le aquile del crest societario. Sul retro del collo compaiono il logo del club e l’acronimo CPFC.

Stesso stile anche per la banda trasversale della terza divisa nera, che si caratterizza inoltre per girocollo e orli delle maniche bianchi con sottili rifiniture rossoblu.

Everton – Hummel

Dopo la rocambolesca salvezza dell’anno scorso, l’Everton lancia una maglia home piuttosto classica per la Premier League 2022-2023. Hummel firma una divisa caratterizzata dal classico Royal Blue dei Toffees, con girocollo e pannelli sotto le maniche bianchi.

Sulle spalle spiccano i classici chevron del marchio danese, sul corpo della maglia compare, tono su tono, un complesso motivo geometrico che richiama l’inconfondibile silhouette della Prince Rupert’s Tower, l’antica cella di paese di Liverpool che compare anche sul crest del club e sul retro del colletto di questa divisa. Sul petto debutta il nuovo sponsor Stake.com.

Sulla away dell’Everton per la Premier League 2022-2023 torna il rosa, colore che ciclicamente dagli anni ’90 viene usato per le divise da trasferta della più antica squadra di Liverpool.

Sul corpo della maglia compare (in blu) un grande pattern geometrico, losanghe con bordi sfumati e interno a righe, ispirati nella forma alla sommità della Rupert’s Tower. Lo stemma è navy e rosa, stessi colori del girocollo.

Ancor più classici in colori della terza maglia dei Toffees, quei blu royal e giallo che, dalla fine degli anni ’60, troviamo spesso sui kit alternativi del club.

Particolarità interessante è la sostituzione del crest con un piccolo profilo stilizzato della Rupert’s Tower (davvero al centro della progettazione dell’intero tris), la cui silhouette compare anche sulla parte destra della maglia. Gialli con dettagli blu anche pantaloncini e calzettoni.

Assieme alla terza maglia 22/23 è stato presentato un terzo kit anche per i portieri, ostentatamente ispirato al template Umbro indossato nel 1997/98 dal leggendario portiere gallese dei Toffes, Neville Southall, 751 presenze e 8 trofei (fra cui due campionati) vinti con la maglia dell’Everton.

Fulham

Ci spostiamo sulle rive del Tamigi per fare visita al Fulham, che si presenta alla stagione 22/23 con una maglia home dal design semplice, sulla base del template Condivo 22 di Adidas. Piacevoli da vedere i dettagli sul colletto e sull’orlo delle maniche a coste ondulate rosse, oltre alla scritta “London’s Original Club” all’interno del collo.

Più audace la maglia da trasferta, color menta, caratterizzata da un’interpretazione moderna e dettagliata dei mattoni del Craven Cottage, che si trovano sulla parte anteriore del busto.

Leeds

L’Home Kit del Leeds United per l’anno 2022/2023 è stato già presentato e indossato in occasione di una gara in preseason. Targato Adidas, esibisce un design molto semplice e pulito, con base bianca e dettagli in blu e in giallo leggero. Un aspetto interessante è dato dallo sponsor SBOTOP che segue armonicamente il design e i colori della maglia, inserendosi perfettamente al suo interno. Ciò rappresenta un dettaglio piuttosto atipico rispetto alla maggioranza delle maglie calcistiche, in cui spesso lo sponsor principale rappresenta una nota stonata, arrivando in alcuni casi addirittura a rovinare la bellezza della divisa.

Compra le tue maglie sul sito Adidas

La maglia away del Leeds United 22/23 mixa i classici colori del club (giallo e blu) rivisitati in un design contemporaneo, soprattutto richiamando il giallo acceso utilizzato in alcune iconiche maglie degli anni ’70.

Leicester City – adidas

Stile classicheggiante per il Leicester City, che sulla home riprende un classico template anni ’70, con colletto a V (finalmente!) e orli delle maniche bianchi su sfondo blue royal.

Meno convincente le applicazioni dorate di crest societario (monocromatico) e badge dello sponsor, mentre le three stripes adidas sono, come ormai consuetudine moderna, solo sulle spalle, in bianco.

La collezione si impreziosisce però grazie alla casacca third delle Foxes, che è un richiamo voluto al “maroon” con il quale il club ha trionfato in Finale di FA Cup nel 2020/21. Il busto è bianco con grafica sublimata all-over e una elegantissima colorazione beige per le maniche che si sposa benissimo con i dettagli granata.

Compra le tue maglie sul sito Nike

Liverpool – Nike

Look molto sobrio per il kit home 2022/23 del Liverpool, completamente rosso e “dominato” in qualche modo dal template scelto da Nike per i suoi top team della prossima stagione: il Vaporknit 22/23, caratterizzato dall’inconfondibile trama del nuovo tessuto Dri-Fit Adv e dal particolare disegno delle maniche raglan, che qui si sposano a un girocollo minimal.

Sugli orli delle maniche compare, tono su tono, l’acronimo YNWA; sul retro del collo, in bianco, il consueto logo che ricorda le 97 vittime della tragedia di Hillsbrough.

La tenuta da trasferta del Liverpool per la stagione di Premier League alle porte si distingue per un inconfondibile design ondulato e dai tratti psichedelici, in tributo alla scena musicale cittadina, che insieme al Football, è l’ossigeno della sua popolazione. L’effetto grafico è garantito da un mix di colori e tonalità: bianco, viola, verde e turchese si combinano in questo design distorto e allucinogeno. Gli sponsor, lo stemma del club e i bordi delle maniche sono in colore nero e danno quell’unico tocco di normalità presente sulla maglia. Un elemento curioso e innovativo è dato dal processo di produzione: ogni maglia avrà un motivo grafico differente, rendendo così ogni maglia acquistata assolutamente unica.

Manchester City – Puma

Stile vintage anche per il Manchester City. La maglia home 2022-2023 rende omaggio alle squadre che giocarono fra fine anni ’60 e il 1972, guidate dal leggendario (oltre 490 presenze) Colin Bell.

Su tutti i dettagli spiccano i bordi granata e bianchi del girocollo e delle maniche e lo stemma in posizione centrale, allineato anche al logo Puma. All’interno del collo, un piccolo logo a forma di corona rende omaggio allo storico soprannome di Bell, per i tifosi semplicemente The King.

Il granata è il colore che in quegli anni caratterizzò tutti i kit dei Citizens, comparendo soprattutto sui calzettoni. La base del kit rimane, ovviamente, il caratteristico light blue che ha reso celebre il City e tutte le sue divise più iconiche. Sul retro del collo è applicato anche un piccolo veliero che sormonta la scritta CITY, la stessa imbarcazione che compare nello stemma cittadino e nel crest della squadra campione di Inghilterra 2021/22.

La maglia da trasferta si rifà allo stesso periodo storico che ha ispirato la divisa principale, questa volta, però, le strisce verticali rossonere sono un tributo all’intuizione del leggendario manager Malcom Allison, che ha guidato i Citizens alla conquista di importanti vittorie tra il ’69 e il ’70 indossando proprio quella divisa. Gli sponsor, lo stemma del club e altri piccoli dettagli sono dorati, proprio in onore della titolata maglia del passato.

Passiamo infine al third kit, una brillante fusione tra la città e il Manchester City Football Club. Ispirato al simbolo più iconico di Manchester – l’ape operaia – questo design a righe orizzontali sfumate è il perfetto tocco di modernità che rappresenta il club. Non a caso la maglia è protagonista di un lancio futuristico, su Roblox.

Compra le tue maglie sul sito Adidas

Manchester United – Adidas

Gli elementi vintage della divisa casalinga dei Red Devils per la stagione 2022/2023 sono un tuffo nel passato per i più appassionati. Il ritorno al colletto – elemento che la squadra di Manchester non proponeva dall’anno 2010/2011 se non attraverso timidi tentativi – rimanda direttamente ai tempi in cui The King, Eric Cantona, lo sfoggiava gagliardo rialzato verso l’alto.

In questa nuova versione – proposta da Adidas anche per altri club – il colletto è in colore bianco, arricchito da alcune piccole fantasie triangolari di colore rossonero e con una chiusura a bottone singolo.

La classica divisa rossa è arricchita da una texture con elementi verticali che restituiscono un senso di profondità alla maglia. Anche il logo del club è cucito all’altezza del cuore con una patch dal sapore retrò, mentre le three stripes del marchio tedesco scendono in nero lungo le spalle. Per i più nostalgici è presente anche una versione dalle maniche lunghe.

Un grande ritorno è segnato anche dalla divisa da trasferta che ripropone una base bianca storicamente apprezzatissima dai tifosi, arricchita da dettagli in rossonero, colori portanti del club.

L’alternanza di questi colori è visibile nelle tre strisce dell’Adidas all’altezza delle spalle, così come tramite la riproduzione di piccoli tratti colorati che vanno ad arricchire il colletto e i bordi delle maniche di base nera. La composizione della maglia con motivi elicoidali è in pieno stile vintage e segue anch’essa la scia delle maglie del passato.  

Alla vigilia della seconda di campionato, svelata anche la maglia third dello United 2022/23, verde acido (Solar Slime per chi segue nel dettaglio le cose di adidas) con girocollo e dettagli neri.

Il crest è monocromatico e inserito nell’ampio scudo nero di ispirazione anni ’90, così come legato a quell’epoca (gloriosissima per il club) è il pattern geometrico sul collo.

Il pattern tono su tono è stato disegnato appositamente per il club e benché astratto è fortemente ispirato all’identità United. Così come il colore, che deriva dal verde delle divise del Newton Heath, la squadra da cui nel 1902 nacque il Man Utd.

Newcastle United – Castore

Maglia “importante” per il Newcastle, che taglia assieme al brand britannico Castore il traguardo dei 130 anni.

La maglia home Newcastle 2022/23 è la classica bianconera a righe verticali, con girocollo e bordi delle maniche bianchi e rifiniti da una sottile riga nera centrale. Le righe hanno ampiezza media e sono sette su fronte e retro, con maniche raglan sempre bianconere.

Spicca su questo kit così classico la scelta dell’azzurro per il logo degli sponsor, sulla parte destra del petto e in posizione centrale. Due piccoli dettagli – sempre azzurri – si trovano sulla parte posteriore della maglia, sul retro del collo l’acronimo NUFC e, nella parte bassa, una piccola scritta 130 Years in verticale.

La maglia away è invece blu navy con dettagli dorati. Sulle maniche raglan, un sottile pattern geometrico, sempre color oro, richiama il design della Leazes Stand, una delle parti più riconoscibili di St. James’ Park.

Lo stemma è monocromatico, color oro anche i pantaloncini away principali e i dettagli sui calzettoni blu.

La terza divisa 22/23 dei Magpies è bianca, con collo a V incrociato e orli delle maniche verdi e bianchi. Verdi anche i pantaloncini, bianchi i calzettoni. Sulla parte frontale compare – tono su tono – una mappa della città.

I colori sono stati considerati da molti, specie in UK, un forzato omaggio alla proprietà saudita del club, ma il verde è in realtà un colore molto frequente nella storia dei kit alternativi del Newcastle, sui quali compare sin dal 1973, abbinato ora al giallo, ora al blu o – come negli anni 2000 – proprio al bianco.

In vista della gara a Brighton del 13 agosto, la Premier League ha considerato le tre maglie del Newcastle tutte contrastanti con la divisa home bianco-azzurra dei padroni di casa (!), obbligando Castore e i Magpies a dotarsi di quello che in Inghilterra chiamano one-off kit.

Il Newcastle ha proposto di trasformare in maglia da gara una delle prematch 22/23, quella verde acqua con stampate sulla parte frontale le silhouette di St. James’ Park e di alcuni dei monumenti principali della città, aggiungendo sponsor, patch e numerazione.

La Premier League ha accettato e il Newcastle ha deciso di mettere in vendita una limited edition della particolare divisa, che sarà online sul sito ufficiale e – siamo pronti a scommettere – diventerà uno dei pezzi da collezione più ricercati della stagione.

Nottingham Forest – Macron

Il protagonista della maglia home del Nottingham Forest è il pattern sublimato su base rossa che si ispira al motivo delle costruzioni in ferro dell’iconico Trent Bridge, che compare nuovamente sia sul colletto, sia sui pannelli laterali e sulle maniche. Lo stemma del Forest è ricamato in bianco a sinistra, oltre alla scritta “COYR” sul retro del collo.

La divisa da trasferta per la stagione 22-23 è invece gialla e adotta il medesimo template. Il leitmotiv è sempre l’ispirazione al Trent Bridge, presente negli stessi punti della maglia casalinga, ma in blu.

Diverso invece lo stile della casacca third: il blu navy è completato da un moderno motivo sublimato blu e corallo. Le punte dei polsini presentano una striscia blu, corallo e bianca, richiamata anche sul retro del collo.

Southampton – Hummel

L’immagine iconica del Southampton continua anche nella stagione 22/23 con la maglia home ispirata alla storica divisa dei Saints indossata tra il 1980 e il 1985. Questa maglia è una rivisitazione moderna di un classico a colori invertiti, con una striscia larga al centro e il crest posizionato al suo interno. Sui pannelli bianchi sono presenti grafiche e dettagli de St. Mary’s Stadium. Una scelta, quella di Hummel, che strizza l’occhio alla città e ai tifosi di tutte le generazioni.

Il kit away è caratterizzato da un motivo grafico a onde in varie tonalità di blu che rappresenta la forza e la potenza del mare, ispirato ai moli di Southampton. Il disegno gessato, quasi impercettibile, che attraversa le onde in verticale crea un collegamento con le strisce retrò del kit home.

La nuova terza maglia del Southampton 22/23 opta per un’audace e originale tonalità di verde kaki e dettagli sfumati. La divisa Hummel si ispira agli aerei della RAF che volarono per la prima volta da Southampton. Presenta un motivo geometrico che rappresenta non solo la mimetica utilizzata sugli aerei, ma anche la velocità e il movimento dell’elica.

Compra le tue maglie sul sito Nike

Tottenham – Nike

Essenziale anche la nuova divisa del Tottenham, una delle prime maglie Premier League 2022-2023 ad essere svelate, a giugno. Il template usato è sempre il Vaporknit Nike 22/23, il colore dominante è ovviamente il bianco, così come per il City i dettagli che spiccano di più sono girocolli e bordi manica a contrasto, bicolori.

Qui l’elemento di rottura è dato dal giallo fluo, utilizzato da Nike sulle divise degli Spurs già due stagioni fa.

Rispetto all’anno scorso, la divisa da trasferta del Tottenham è decisamente meno “spaziale” e presenta un design più semplice e asciutto. La base della maglia è in blu lapis, con maniche nere e sprazzi di giallo fluo sui bordi delle maniche e all’altezza del collo. Il galletto, stemma tipico della società londinese, e il “baffo” della Nike sono posti in sequenza verticale al centro della maglia, mentre all’altezza dello stomaco troviamo lo sponsor AIA in caratteri bianchi dalle grandi dimensioni. La texture, l’aderenza e il design della maglia risultano comunque moderni e riprendono uno stile che caratterizzerà le maglie Nike nel mondiale in Qatar del 2022.

La caratteristica principale della nuova terza maglia degli Spurs è una stampa grafica astratta color turchese e blu che ricopre tutto il busto, comprese le maniche. I loghi e sono bianchi, mentre i dettagli sul girocollo e sulle maniche sono neri.

Come si legge nel comunicato ufficiale, la grafica della parte anteriore del kit è ispirata al “DNA in continua evoluzione del Tottenham e alla popolare gamma di sneakers Nike TN”.

West Ham United – Umbro

Stile inusuale per il West Ham 2022/23, la cui divisa Umbro richiama le maglie dei primissimi anni ’90.

Claret and Blue restano dominanti, ma il celeste anzi che restare confinato alle sole maniche, compare sull’attillato girocollo, sui bordi manica e sulla grafica geometrica che occupa la parte delle spalle.

Questa richiama sia le divise disegnate da Butka nel periodo 1991-93, sia il design della copertura del London Stadium, dal 2016 “casa” degli Hammers dopo l’addio ad Upton Park.

La divisa da trasferta ha una base nera ed elegante che mette in risalto le fantasie presenti sulle maniche, con elementi moderni di colore rosa, bianco e azzurro che hanno anche un alto valore simbolico per la squadra degli East End di Londra.  Gli sponsor e lo stemma del club sono in bianco nella parte alta e centrale della maglia.  

Wolverhampton – Castore

L’Home Kit dei Wolves per la stagione 2022-2023 si presenta nei classici colori giallo ambrato e nero, senza fronzoli, e con un tocco di rosso unicamente in riferimento agli sponsor presenti centralmente e sulle maniche. All’altezza del petto, lato cuore, troviamo la figura stilizzata del lupo incentrata nello stemma esagonale, mentre sul lato destro troviamo le ali dello sponsor Castore.

La divisa da trasferta aggiunge un tocco di originalità, in quanto la base verde acqua è investita centralmente da motivi geometrici dorati che si rifanno all’architettura dello stadio Molineaux.  In oro sono anche i dettagli del colletto e delle maniche, così come lo sponsor Castore presente all’altezza del petto e all’altezza delle spalle.