Voglio la pelle nera: la recensione delle Adidas Copa 18.1

Voglio la pelle nera: la recensione delle Adidas Copa 18.1

È davvero difficile non innamorarsi delle Adidas Copa 18.1. Nel nostro caso il colpo di fulmine è scattato già al primo incontro. Per il suo nuovo modello Adidas ha compiuto un ulteriore passo in avanti sulla strada già tracciata con le precedenti Copa 17.1.

È finita l’era dello scontro frontale tra tradizionalisti e innovatori. Oggi chi vuole sperimentare l’ineguagliabile comodità dello scarpino in pelle di canguro non deve più rinunciare alle caratteristiche di leggerezza dei modelli di ultima generazione. La nostra recensione delle Adidas Copa 18.1 cercherà di rispondere a tutte le curiosità degli appassionati indecisi se puntare su questo prodotto.

Comprale su Futbol Emotion

Recensione Adidas Copa 18 | Perché sì

La prima cosa che colpisce delle Adidas Copa 18.1 è la leggerezza. L’abbiamo notata sin dal momento dell’unboxing eppure ad ogni nuova calzata ha continuato a stupirci. Merito dell’ormai nota piastra Sprintframe sulla suola, capace di garantire stabilità (anche sul moderno sintetico) senza andare ad intaccare l’agilità, ma anche dei tacchetti conici, ben dislocati lungo tutta la pianta.

Inoltre non va trascurato l’impatto della nuova struttura monopezzo in Primeknit, che fascia il piede senza aumentare il peso, un po’ come avevamo avuto modo di apprezzare sulle “vecchie” Ace 17.1.

Il resto lo fa la pelle di canguro. Il controllo di palla è eccellente mentre l’ampia superficie di calcio lascia completa libertà alle capacità balistiche del calciatore. Rispetto ad altri modelli leather, le Copa 18.1 richiedono qualche allenamento in più per prendere la forma. Alla fine della fase di rodaggio la scarpa si adatta in maniera perfetta al piede, garantendo una comodità difficile da riscontrare in altri modelli.

Anche il linguettone regolabile – sul quale nutrivamo diversi dubbi prima del test – non crea in realtà alcun fastidio e si rivela ottimo per adattare la calzata.

 

Comprale su Futbol Emotion

Recensione Adidas Copa 18.1 | Perché No

Gli unici piccoli appunti che ci sentiamo di muovere provengono dalla parte posteriore dello scarpino. Alcuni tester stranieri hanno sottolineato la scarsa profondità della scarpa nella zona del tallone, un dettaglio che dopo diverse prove in campo ci sentiamo di condividere. Soprattutto perché è abbinato al design basso del calzino in Primeknit, che concede grande libertà al piede, specie nella zona del malleolo.

La scelta presenta pro e contro e può lasciare spiazzati, soprattutto se si è abituati a modelli più strutturati e “fascianti”. Nulla comunque che possa modificare il nostro parere entusiasta. Anche perché molte di queste presunte critiche sono, alla prova dei fatti, semplici gusti personali.

 

Comprale su Futbol Emotion

Recensione Adidas Copa 18.1 | Conclusioni

In conclusione le Adidas Copa 18.1 sono una scarpa alla quale è davvero difficile muovere degli appunti. Quando si parla di Copa si deve sempre tenere presente che si sta maneggiando la Storia e che le aspettative non possono che essere altissime. Eppure Adidas non ha deluso neanche stavolta.

Un’autentica eccellenza per chi non può rinunciare né alla leggerezza, né all’amata pelle di canguro.